IL CONSORZIO DI GRAGNOLA TI CONSIGLIA DI UTILIZZARE IL SUO CONCIME FOGLIARE SIAPTON 10 L ALLA DOSE DI 40 ML./10 LT. PER PREVENIRE IL MARCIUME APICALE

IL VENTO FORTE O L'IRRIGAZIONE TROPPO SCARSA O RITARDATA SONO SPESSO UNA CAUSA SCATENANTE IL MARCIUME APICALE

 

PREVENIRE IL MARCIUME APICALE DEL POMODORO

IL MARCIUME APICALE DEL POMODORO E' IL PROBLEMA PIU' COMUNE NELLE VARIETA' DI TIPOLOGIA SAN MARZANO, DALLE TIPICHE BACCHE ALLUMGATE. E' L'AREA IMBRUNITA CHE COMPARE SULLA PUNTA DEI FRUTTI, E CHE PUO' INTERESSARE UNA ZONA PIU' O MENO VASTA DELLA BACCA, DA POCHI MILLIMETRI, AD OLTRE META' FRUTTO. NELLE VARIETA' CON FRUTTI DI FORMA TONDEGGIANTE E' UN FENOMENO RARO, CHE DEVE FARCI RIFLETTERE SUGLI ERRORI DI GESTIONE DELLA PIANTA, PER EVITARLI NEL FUTURO. 

TIPICO DELLE ANNATE SICCITOSE, NON E' UNA MALATTIA

NELLE ANNATE MOLTO SICCITOSE IL PROBLEMA PUO' MANIFESTARSI ANCHE IN VARIETA' POCO SUSCETTIBLI. E' LA MANIFESTAZIONE DI UNO STRESS IDRICO SUBITO DALLA PIANTA E NON COME MOLTI PENSANO, UNA GRAVE MALATTIA. PERCIO' SE SI PRESENTA, E' BENE ELIMINARE SOLO I FRUTTI PIU' COLPITI, MENTRE QUELLI INTERESSATI MARGINALMENTE, POSSONO ESSERE LASCIATI MATURARE NORMALMENTE, NON ESSENDO POTENZIALE FONTE DI ALCUN CONTAGIO PATOLOGICO.

ANCHE LA TECNICA COLTURALE HA LA SUA IMPORTANZA

LA CAUSA PIU' FREQUENTE DI MARCIUME APICALE E' L'IRRIGAZIONE TROPPO SCARSA O RITARDATA RISPETTO AL MOMENTO DEL BISOGNO NEI PERIODI CALDI. PIANTE CON APPARATO RADICALE TROPPO RIDOTTO, RISULTANO PIU' SENSIBILI A CARENZA ED ECCESSI DI ACQUA. UNA RADICE MOLTO SUPERFICIALE E' SPESSO CONSEGUENZA DI ANNAFFIATURE ABBONDANTI PER UN PERIODO TROPPO PROLUNGATO SUBITO DOPO IL TRAPIANTO O DI CARENZE DI SOSTANZA ORGANICA E FOSFORO DISPONIBILE NEL TERRENO. E' BASILARE EFFETTUARE PERIODICAMENTE (OGNI 2 SETTIMANE) LAVORAZIONI SUPERFICIALI NEL TERRENO INTORNO ALLE PIANTE, RIMUOVENDO LE CREPE DA SECCO. SI PERMETTE COSI' ALLE ANNAFFIATURE DI PENETRARE EFFICACEMENTE NEL SUOLO SENZA DISPERDERSI LONTANO DALLE RADICI. NEI MESI ESTIVI, CON LE PIANTE BEN SVILUPPATE, E' UTILE SEGUIRE CON ATTENZIONE LE PREVISIONI METEO. PREVISIONI DI FORTI INNALZAMENTI TERMICI O GIORNATE VENTOSE, NON DEVONO COGLIERCI DI SORPRESA PERCHE' CI DANNO L'INPUT DI PROCEDERE CON UN'ABBONDANTE BAGNATURA, CHE PORTERA' L'ACQUA ANCHE IN PROFONDITA' NEL SUOLO. SE LA SITUAZIONE PERMANE SICCITOSA, PROCEDERE CON IRRIGAZIONI FREQUENTI, OGNI 3-10 GIORNI IN FUNZIONE DEL TIPO DI TERRENO E DELLE TEMPERATURE ESTERNE.

IL VENTO FORTE E' SPESSO UNA CAUSA SCATENANTE

LA PROBLEMATICA E' SPESSO DOVUTA O ACCENTUATA DALLA FORTE VENTOSITA', CHE PROVOCA UNA RAPIDA DISIDRATAZIONE DELLE PIANTE, NON ESSENDO IN GRADO DI BILANCIARE LA RAPIDA PERDITA DEI LIQUIDI CON UN ASSORBIMENTO RADICALE ADEGUATO E NON RIUSCENDO COSI' A SUPPORTARE LE ESIGENZE DI CALCIO DEI FRUTTI IN VELOCE ACCRESCIMENTO.

IL CONSORZIO DI GRAGNOLA TI CONSIGLIA DI APPORTARE CALCIO PER VIA FOGLIARE CON IL SIAPTON 10L ALLA DOSE DI 40 ML./10 LT. ACQUA

UNA PRATICA CHE PUO' AIUTARE A RIDURRE IL MARCIUME APICALE, INSIEME ALLA CORRETTA IRRIGAZIONE, E' LA CONCIMAZIONE FOGLIARE SETTIMANALE CON CALCIO, NEBULIZZANDO LE PIANTE NELLE ORE MENO CALDE CON UNO SPRUZZINO O CON UNA POMPA A SPALLA. QUESTA OPERAZIONE VA EFFETTUATA ALLA PRIMA FORMAZIONE DEI FRUTTI E RIPETUTA SETTIMANALMENTE 

IL MARCIUME APICALE DEL POMODORO E' IL PROBLEMA PIU' COMUNE NELLE VARIETA' DI TIPOLOGIA SAN MARZANO