3. giu, 2017

Fertilizzazioni fogliari a base di fosforo inutili per l'olivo

Il trattamento fogliare a base di fosforo, in presenza di tenore sufficiente dell'elemento minerale, non influenza la vigoria né la fioritura. La concimazione fosfatica non aumenta nemmeno la concentrazione nelle foglie

Quanto può incidere la fertilizzazione fogliare a base di fosforo sulla vigoria e sulla precocità di entrata in produzione di un giovane olivo?

Secondo una ricerca dell'Università di Cordoba la concimazione è ininfluente qualora il tenore di fosforo nelle foglie sia sufficiente.

E' quanto emerge da due diversi studi, un primo condotto su Hojiblanca, Picual e Arbequina e un secondo su 24 differenti varietà.

I giovani olivi, di quattro anni di età, hanno ricevuto nel corso dell'anno diverse fertilizzazioni fogliari con concentrazioni diverse di fosforo, da zero a 200 ppm.

L'applicazione fogliare del fosforo a giovani olivi non aumenta la concentrazione di fosforo nelle foglie. Questa mancanza di risposta all'applicazione di fosforo potrebbe essere dovuta al fatto che questi alberi hanno elevati livelli di fosforo nelle foglie. Di conseguenza, non si manifesta nessun effetto sulla crescita vegetativa o sulla fioritura in risposta all'applicazione di fosforo.

Differenze di vigore, livello di fosforo e tempo di prima fioritura (quindi di entrata in produzione) sono state osservate tra le cultivar, ma nessuna relazione è stata trovata tra la concentrazione di fosforo nella foglia, il vigore o il tempo della prima fioritura.

I risultati sperimentali indicano quindi che se lo stato nutrizionale del fosforo negli olivi è al di sopra della soglia di sufficienza il fosforo non influenza il tempo di prima fioritura, essendo direttamente dipendente dalla cultivar.

Bibliografia

 

M.J. Jiménez-Moreno, R. Fernández-Escobar, Influence of nutritional status of phosphorus on flowering in the olive (Olea europaea L.), Scientia Horticulturae, Volume 223, 15 September 2017, Pages 1-4, ISSN 0304-423