19. mag, 2017

EVONIMO: LE FOGLIE CHE DIPINGONO IL GIARDINO

L’Evonimo (Euonymus in varie specie) è un arbusto bello e versatile, sempreverde o deciduo, caratterizzato da magnifici colori autunnali e piccoli frutti e fiori estivi. Nelle specie decidue il fogliame resiste fino alle soglie dell’inverno, creando un bellissimo spettacolo cromatico, mentre gli esemplari sempreverdi si utilizzano solitamente per formare siepi e divisori.

Tra le varietà più belle a foglia variegata, ricordiamo l’Evonimo fortunei “Silver Queen” in bianco, l’Evonimo “Emerald n’Gold”in giallo e l’Evonimo alatus con rami dalle ali suberose, foglie scarlatte in autunno e frutti rosso porpora. Molte specie sono di origine giapponese, ma esiste anche una specie italiana, la Fusaggine (Evonymus europaeus), una pianta decidua, amata per i frutti rossi decorativi e i fiorellini bianchi.

EVONIMO: CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE

La posizione ideale è al sole o in mezz’ombra, in una zona riparate dai venti e dalle gelate. Pianta rustica, tollera caldo intenso e freddo fino a -5° C: la varietà Euonymus japonica resiste bene anche nelle zone costiere dove c’è elevata salinità.

Adatta sia alla coltivazione in piena terra, sia in vaso come esemplare singolo, l’Evonimo si adatta a qualsiasi terreno, meglio se fertile e bene drenato. Le specie sempreverdi si piantano in ottobre o in aprile, mentre le specie decidue si mettono a dimora da ottobre a marzo. Per ottenere belle siepi, bisogna mantenere la distanza di 40 cm tra una pianta e l’altra.

Cresce meglio se irrigata regolarmente in estate, ma non è particolarmente esigente e si accontenta delle piogge. Si consiglia di fornire una concimazione autunnale a lenta cessione, con fertilizzante minerale o organico, per rinforzare la pianta e arricchire il terreno.