19. mag, 2017

BERBERIS: NON SOLO UNA SIEPE DA DIFESA

Il Berberis è un arbusto spinoso, apprezzato per creare siepi difensive anti intrusione, ma coltivato anche per le graziose foglie lucide dagli splendidi colori autunnali e le sontuose fioriture primaverili. Dotato anche di frutti, in molte specie sono commestibili e utilizzati per marmellate, bevande e sciroppi, mentre in altre rimangono solo bacche decorative, colorate di rosso, blu o nero.

Alcune specie sono sempreverdi, come il Berberis darwinii e il Berberis x stenophylla, altri decidui come il Berberis thunbergii, robusto e compatto, amato per le sue foglie rosse autunnali, i fiori gialli e le bacche scarlatte. Alcune specie nane, come il Berberis darwinii Nana, basso e compatto, sia adattano ai piccoli spazi, come vasi profondi e giardini rocciosi.

BERBERIS: CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE

Questo arbusto rustico, preferisce posizioni soleggiate o semi ombreggiate, tollera il gelo fino a -5° C, il vento e perfino lo smog.

Il Berberis apprezza irrigazioni regolari e moderate in estate, volte a mantenere appena umido il terriccio, mentre in inverno si regola con le piogge.

Rustico e facile da coltivare, si accontenta di terreni poveri e difficili, ma preferisce i suoli lievemente acidi, da concimare in autunno e in marzo con un concime universale a lenta cessione.

Se coltivato in terrazzo, va collocato in vasi ampi e profondi, rinnovando ogni anno il terriccio superficiale. Tollera benissimo potature e cimature, da effettuare dopo la fioritura nelle siepi