18. mar, 2017

COME COLTIVARE LA DIPLADENIA

La Dipladenia (Dipladenia splendens) è una pianta rampicante e sempreverde, molto apprezzata per il rapido sviluppo e la bellezza dei suoi fiori. Produce tralci fino a 1,5 metri e da maggio a ottobre sviluppa tantissimi grandi fiori a forma di imbuto, di colore rosso, bianco o rosa. I fiori durano solo 2-3 giorni, ma la pianta ne produce in continuazione per tutta l’estate.

Teme il freddo: quindi può essere coltivata in giardino soltanto nelle Regioni più a sud dell’Italia. Nel nord si può coltivare all’aperto durante la bella stagione, ma quando la temperatura scende sotto i 10°C deve essere protetta in una veranda o in una serra. Pur essendo una pianta perenne, in molti casi viene utilizzata come annuale.

Un’altra particolarità: la Dipladenia si arrampica facilmente sui tralicci, ma non sui muri come l’Edera. In questo caso dovremo tendere delle corde o dei fili sui quali la pianta si possa sviluppare.

DIPLADENIA: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

La Dipladenia predilige una posizione assolata o a mezz’ombra. Ha la particolarità di tollerare l’aria carica di salsedine ed è quindi particolarmente adatta per le zone marine.

Predilige un terreno fertile e ben drenato: per la coltivazione in vaso si può ricorrere a un terriccio specifico per piante fiorite, avendo cura di posizionare dell’argilla espansa sul fondo.

L’irrigazione deve essere abbandonate in primavera e in estate fino all’appassimento dei fiori. In particolare per la coltivazione in vaso, è importante che il terreno sia sempre umido e mai secco. Per aumentare l’umidità ambientale nelle giornate più calde, è consigliabile vaporizzare dell’acqua sul fogliame.

In inverno bisogna invece ridurre le irrigazione, per non indebolire la pianta.

La concimazione è molto importante, specialmente se viene coltivata in vaso: la soluzione più semplice è aggiungere un fertilizzante liquido specifico per piante fiorite all’acqua per l’irrigazione, da aprile a settembre. In autunno e inverno sospendete.

La Dipladenia ha un rapido sviluppo ed è bene rinvasarla ogni anno in un vaso più grande.